Le repliche di Pechino riguardo i caccia e i radar nelle isole del Mar Cinese Meridionale


La Cina ha dislocato (nuovamentedei caccia J-11 and J-7 fighter jets sull’isola di Woody (Yongxing in cinese), la stessa su cui pochi giorni fa ha posizionato due batterie antimissile. 


Yongxing, reclamata anche da Vietnam e Taiwan, fa parte dell’arcipelago delle Paracel ed è sotto il controllo di Pechino sin dagli anni Cinquanta. 

Inoltre, secondo il Center for international strategic studies, Pechino avrebbe costruito dei nuovi radar nell’arcipelago delle Spratly. In particolare, quelli costruiti sull’atollo Cuarteron rafforzerebbero notevolmente l’abilità dell’Impero del Centro nel monitorare la superficie e il traffico aereo nel Sud del Mar Cinese Meridionale. Ciò, abbinato alla costruzione di strutture difensive, è fondamentale per stabilire un controllo effettivo dello spazio aereo e marittimo all’interno della ten-dotted line, la linea che racchiude la parte di Mar Cinese Meridionale rivendicata da Pechino. 

 

Fonte: http://amti.csis.org/another-piece-of-the-puzzle/

Il governo cinese respinge le accuse degli Usa secondo cui l’Impero del Centro starebbe militarizzando lo strategico Mar Cinese Meridionale e afferma che si tratta solo di misure difensive sul proprio territorio. Al contrario Pechino accusa Washington di far aumentare la tensione in questo bacino d’acqua conducendo operazioni in nome della libertà di navigazione in prossimità delle isole artificiali edificate dalla Repubblica popolare.

Il Quotidiano del popolo sottolinea anche il fatto che gli Stati Uniti abbiano chiuso un occhio in merito alle medesime attività condotte  dagli altri paesi, vedi le Filippine. Inoltre, l’organo di stampa del partito rimarca che anche gli Usa hanno dispiegato strutture difensive sull’isola di Guam e presso la base di Hokinawa. Malgrado ciò, adottano un doppio criterio di valutazione nel caso della Cina.

Il 23 febbraio il ministro degli Esteri cinese Wang Yi, che ha incontrato il segretario di Stato Usa John Kerry a Washington, ha ribadito la politica di Pechino riguardo le dispute marittime: “Le isole del Mar Cinese Meridionale sono storicamente territorio cinese. La Cina ha il diritto di difendere la sua integrità territoriale”…”ci impegniamo per risolvere le dispute attraverso il dialogo e la negoziazione in maniera pacifica. Il Mar Cinese Meridionale non è e non deve diventare una questione tra Cina e Usa”.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...