La Cina, la campagna antiterrorismo nel Xinjiang e il rischio boomerang

 per Limes e Tv Svizzera  27/2/2015

Carta di Laura Canali 


L’offensiva lanciata a maggio scorso per arginare l’estremismo religioso prosegue, ma gli attentati di presunta matrice uigura non cessano. Se Pechino vuole valorizzare la “Nuova frontiera” non deve inasprire ulteriormente il rapporto con la minoranza etnica.


Per leggere il resto dell’articolo clicca qui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...